I Sindacati di categoria, tra cui la GILDA-UNAMS,  hanno inviato ai ministeri competenti  richiesta di tentativo di conciliazione  al fine di trovare soluzioni condivise per una riapertura delle scuole in sicurezza a Settembre e cercare di redimere il nodo assunzione precari in vista del massiccio utilizzo di contratti a tempo determintato previsto per l’avvio del nuovo anno scolastico 2020/21 di circa 200 mila unità. I sindacati, inoltre, rivendicano gli accordi precedenti siglati in tempi non remoti con  lo stesso premier Giuseppe Conte e l’allora ministro Lorenzo Fioramonti, accordi venuti meno con l’avvento dell’era Azzolina.